Un tour che riporta in vita le storie e le tracce di una delle comunità ebraiche più importanti della Germania
1/2

La Berlino ebraica dell’inizio del ventesimo secolo, fonte di miti e narrazioni, oggi non esiste più. Per lo meno non esiste più quella Berlino ebraica connessione di intellettuali, ebrei ortodossi, scienziati come ricchi mercanti, fulcro della vita berlinese a partire dalla metà dell’ottocento.

 

Il nostro tour tematico riporta in vita quelle storie e quelle tracce, passando dalle strade calpestate dal filosofo Moses Mendelssohn fino al segno per eccellenza dell’ebraismo moderno berlinese della Sinagoga riformata (Neue Synagoge);  dalla specificità della vita ebraica berlinese durante l’Illuminismo passeremo alle fasi salienti dell’ integrazione economico-sociale della grandi famiglie ebraico/tedesche di fine ‘800, fino all’avvento distruttivo del Nazionalsocialismo.

 

Il tour include delle brevi visite guidate al museo Otto Weidt che ricorda la storia dell’ imprenditore Otto Weidt, una sorta di Oscar Schindler berlinese che aiutò molti ebrei durante le persecuzioni naziste a Berlino.

 

 

LUOGHI VISITATI:
(da coordinarsi in base alle tempistica generale)
 
  • Cortili “Hackesche Höfe”

  • Museo / officina di Otto Weidt

  • Strada della tolleranza (così chiamata perché incrocia la visuale sulle tre religioni berlinesi – ospedale cattolico, chiesa protestante, cimitero e scuola ebraica)

  • Tomba di Moses Mendelssohn (il grande maestro dell’ebraismo tedesco)

  • Orfanatrofio ebraico “Ahawah”

  • Scuola ebraica per bambine

  • Sinagoga nuova (la sinagoga simbolo dell’integrazione dell’ebraismo liberale tedesco)

BERLINO NAZISTA

Un tour alla scoperta delle tracce evidenti e nascoste della dittatura nazionalsocialista.

CAMPO DI CONCENTRAMENTO SACHSENHAUSEN

Un tour fondamentale per analizzare a fondo il funzionamento di una dittatura e il suo peso storico.

Punto di ritrovo / partenza:
Durata: 3 ore